Grotte marine del Gargano, tra Vieste e Mattinata

La costa del Gargano, frastagliata e caratterizzata dal meraviglioso bianco delle sue rocce calcaree, offre scenari da sogno al viaggiatore che la visita. Essa infatti, con la sua coltre verde che sembra quasi volersi tuffare nel mare racchiude al suo interno segreti e meraviglie che attraverso la nostra esperienza speriamo riuscirete a vivere anche voi.

La montagna e il mare qui sul Gargano si conoscono da millenni; e se all’inizio erano soltanto vicini, lentamente, nel corso degli anni sono diventati sempre più amici tanto che la montagna ha deciso di offrire al mare un vero e proprio luogo di rifugio. Trovato il suo naturale rifugio, l’amico mare, sentendosi in debito con la montagna, ha voluto ricambiare decorando la bellissima roccia con vere e proprie opere d’arte naturali che oggi fanno di questa costa una delle meraviglie del nostro pianeta, stiamo parlando delle meravigliose grotte marine del Gargano.

Questi capolavori del mare dalle forme uniche ed incantevoli, sono posizionati in luoghi dove il mare cristallino e la roccia coperta di verde si incontrano mostrando a tutti il loro splendore. Sembrano dei dipinti questi paesaggi, con ombre misteriose e con una atmosfera magica che lascia tutti senza fiato. E’ difficile descrivere a parole la bellezza delle grotte marine del Gargano come è difficile capire i loro bizzarri nomi; ma una cosa è certa, dalla loro scoperta affascinano i viaggiatori di mezzo mondo.

Ma partiamo anche noi allora, a bordo di una barca di legno per vivere questa emozionante esperienza tra mare e natura selvaggia viaggiando sull’azzurro specchio dell’Adriatico.

Ogni porto presente sul territorio è il luogo ideale per iniziare il viaggio verso la scoperta di queste meravigliose grotte marine del Gargano. Noi abbiamo scelto come punto di partenza Vieste, e a bordo di una bellissima barca siamo partiti per questo emozionante viaggio.

Meravigliosi raggi di sole giocano con le onde del mare quando arriviamo alla prima meraviglia, la grotta dei Contrabbandieri. Impressionante questo nome, vero? Eppure dietro ad un nome tanto particolare si nasconde una meraviglia unica. Essa è chiamata così proprio perché in passato alcuni contrabbandieri riuscirono a farla franca grazie proprio alla conformazione di questa grotta che offre due entrate, una a nord e una a sud.

Dopo aver ricostruito il percorso dei contrabbandieri….:-P continuiamo la nostra esperienza scoprendo la grotta della Campana Piccola. Vi starete chiedendo il perché di questo nome immagino? Beh noi l’abbiamo scoperto solo dopo essere entrati, infatti oltre all’incredibile fascino che possiede questa meravigliosa grotta assomiglia molto alla campana di una chiesa.

Ma lasciamo indietro la campanella per dirigerci verso un altro piccolo pezzo di Paradiso, questa volta una meravigliosa spiaggia, parliamo di Baia di Campi. Questa spiaggia bellissima ed  immersa nel verde della natura ci chiama per scoprire anche le sue meraviglie; i suoi ciottoli arrotondati dal mare ci invitano per una rigenerante pausa balneare tra ulivi e pini della natura circostante. Anche il mare qui ha un regalo per noi, infatti oltre alla bellissima isola naturale che possiamo ammirare proprio difronte a questa baia, in queste acque cristalline si può scorgere il profilo di quella che era un’antica nave romana, vero e proprio ricordo di un tempo passato.

Lasciando questa meravigliosa baia, prima di raggiungere l’impressionante roccia di capo Vieste, chiamata così in quanto simile ad un profilo umano e parte della costa più esposta nell’Adriatico, scopriamo la grotta Due Occhi. Essa fantastica e misteriosa quanto il suo nome, per poter essere letteralmente ‘guardata negli occhi’ ha bisogno di essere esplorata dall’interno. Con un superbo disegno sui muri rocciosi creato dalla luce filtrata attraverso il verde dei rami che la ricoprono con cura “forse per tenerla al riparo dal freddo…:-)”, anche questa grotta offre uno scenario mozzafiato.  Ammirare questa perfetta simbiosi tra mare e natura attraverso un muro di calcare tanto particolare è un emozione unica che non si può descrivere, si può solo vivere.

Un’altra indescrivibile emozione ci sta aspettando nella prossima grotta che esploreremo. Questa grotta sapendo che l’amico mare adorava giocare tra i raggi solari decise di fargli un regalo; rinunciò alla sua copertura nel soffitto per lasciare entrare la luce affinché l’amico potesse essere ancora più felice; naturalmente come potrete vedere l’impresa riuscì. Infatti, nella grotta Sfondata il mare è felice e, grazie alla luce che passa attraverso il soffitto regala al viaggiatore un colore azzurro turchese e una limpidezza che lascia intravedere l’infinito. Emozionante è dir poco.

Proseguendo la nostra esplorazione alla scoperta delle grotte marine del Gargano incontriamo la fantastica grotta Calda; si avete indovinato!! ha questo nome proprio perché durante l’inverno la sua acqua è calda. Infatti se pensiamo bene una casa dev’essere calda giusto? Beh questa è la casa del mare allora..:-D Alcuni chiamano questa grotta anche grotta Viola. Al suo interno la domanda era simile un pò per tutti: ma chi ha dipinto questi muri con queste meravigliose sfumature di viola? Beh che possiamo rispondere se non che la fantasia di Madre Natura utilizzata in questa terra non ha davvero limiti…!! Assolutamente incredibile.

Usciamo dalla grotta Calda per dirigerci verso un’altra meraviglia di questa fantastica esperienza, la grotta dei Pomodori. Il nome non è a caso, e se avete pensato di tirare fuori il panino per pranzare, beh aspettate, infatti i pomodori attaccati alle pareti sono pomodori marini (non commestibili).

Uscendo, con la stupenda Baia di Porto Greco da un lato e l’orizzonte blu dall’altro continuiamo la nostra esperienza in barca dirigendoci verso la grotta dei Marmi così chiamata grazie alle sue particolari pareti lisce come appunto il marmo. Separata da una sottile lingua calcarea, di fianco a questa grotta troviamo la grotta delle Sirene che deve il suo nome ad una leggenda. Essa narra infatti che al suo interno abitavano delle sirene in attesa delle loro amate prede, gli uomini.

Allontanandoci da questo sogno fiabesco con le sirene la nostra esperienza alla scoperta delle grotte marine del Gargano continua verso la grotta delle Due Stanze. Essa, prende questo nome proprio perché ha due stanze quasi parallele che comunicano tra loro attraverso due piccole aperture sulle pareti.

Ammirando da lontano la meravigliosa spiaggetta di Cala La Pergola continuiamo la nostra esperienza verso nuove grotte. Lasciamo alle nostre spalle, solo per adesso, la caletta e le Due Stanze per scoprire un’altra meraviglia, la grotta dei Sogni. Sirene, sogni, secondo me c’era qualcosa di fantastico in queste acque.!!…:-D

La grotta Tavolozza, altro spettacolare capolavoro della natura, sembra davvero la tavolozza dimenticata da un pittore; in questa grotta assolutamente meravigliosa infatti è possibile ammirare una mescolanza di colori naturali impressionante, è proprio il caso di dire che stiamo ammirando una vera e propria opera d’arte.

Uscendo da questa galleria d’arte naturale proseguiamo la nostra esperienza esplorando la grotta Campana Grande, sorella maggiore della precedente Campana Piccola; la grotta del Serpente che deve il suo nome ad una particolare forma di cobra nella sua parete, e la grotta Smeralda o dei Pipistrelli che deve il suo nome proprio alla notevole quantità di volatili al suo interno.

Andando avanti incontriamo la grotta Rotonda che ricorda vagamente una lumaca e la grotta delle Finestre che dal suo nome non ha bisogno di spiegazioni. L’ultima grotta marina del Gargano che visitiamo è la grotta Occhio Magico; essa ci regala un’altra incantevole magia, infatti al suo interno possiede una piccola spiaggia, ma non solo. La roccia che lascia entrare un filo di luce regala all’acqua del mare un colore che quasi ipnotizza per la tanta bellezza. Beh che dire amici, esperienza meravigliosa è dire veramente poco.

Ma adesso è ora di rientrare; ritornando verso il porto quasi ci incantiamo a vedere i raggi del sole che giocano con le onde del mare, quel vento caldo che ci accarezza la pelle ci tiene ancora sospesi tra il sogno e la realtà. Forti sono ancora le emozioni che abbiamo provato e le nostre anime già iniziano a pensare alla prossima esperienza in questo mondo fiabesco che è il Gargano.

Buona esperienza a tutti..!


P.s.: Se ti è piaciuto il mio articolo ed hai apprezzato il mio impegno metti mi piace e condividilo sui tuoi social attraverso gli appositi bottoni. Inoltre se sei interessato a questo tipo di esperienza Contattami, sarò lieto di aiutarti e consigliarti al fine di garantirti un’esperienza fantastica. Cosa aspetti, io sono quì per te GRATIS, e se ti stai chiedendo perchè GRATIS, sappi che io AMO la mia terra e voglio che chiunque la visiti rimanga più che soddisfatto, quindi spirito, passione e tanto tanto amore ecco la mia ricetta…!!


Info autore Visualizza tutti i post Website autore

Esperienze sul Gargano

Maggiori info sull'autore
Quì

Leave a Reply