Un’esperienza fantastica alle Isole Tremiti

Tra le numerose esperienze che si possono vivere sul Gargano, un’esperienza davvero emozionante è quella di una meravigliosa gita in barca alla scoperta delle Isole Tremiti.

Le Isole Tremiti, soprannominate ‘le perle del Gargano’ sono un arcipelago situato a circa 12 miglia marine (circa 22 km) dal continente.

Esse sono un vero e proprio Paradiso naturalistico, basti pensare che su sei tra isole e isolette, solo due di queste sono abitate, San Domino e San Nicola, il resto, Capraia, Pianosa, Cretaccio e La Vecchia non hanno mai conosciuto l’intervento dell’uomo. Queste isole, nel loro insieme, grazie anche alla loro incredibile varietà di flora e fauna, costituiscono la Riserva naturale marina Isole Tremiti.

Il via a quest’incredibile avventura si può dare da ben 3 diversi porti garganici, Vieste, Peschici e Rodi Garganico. Scelto il porto di partenza, per raggiungere le meravigliose Isole Tremiti, non bisogna far altro che salire in barca e partire per un viaggio emozionante, alla volta di un mare cristallino e di una natura incontaminata e selvaggia con un paesaggio letteralmente mozzafiato.

Durante il viaggio per raggiungere le Isole Tremiti potrete subito ammirare l’incredibile bellezza e vastità della frastagliata costa del Gargano; man mano che vi allontanerete l’emozione di questa esperienza fantastica potrebbe prendere sempre più vita mostrandovi intorno alla barca branchi di delfini che con la loro incredibile bellezza e vivacità vi terranno compagnia lungo il viaggio.

Avvicinandovi alle Isole Tremiti, quando la profondità del mare inizia a diminuire, grazie all’incredibile limpidezza di queste acque, potrete ammirare splendidi anellidi colorati, spugne e stelle marine, ricci di mare e numerosi branchi di pesci.

Arrivati sulla terra ferma e fatto un primo giro di perlustrazione dell’isola di approdo,  non potrete avere che l’imbarazzo della scelta tra le attività da svolgere e le meraviglie da visitare. Essendo in genere l’isola di San Nicola la prima meta di attracco partiamo proprio alla scoperta di questa fantastica isola.

L’isola di San Nicola è il centro storico dell’arcipelago delle Tremiti; essa offre come itinerario principale per il viaggiatore una stupenda visita al Santuario di Santa Maria a Mare che, secondo le leggende, dal III secolo d.C., vigila, insieme alle sue imponenti mura di cinta e al suo torrione Angioino, su questa magica terra divisa tra cielo e mare. Il cuore della storia delle Isole Tremiti e qui.

Torniamo al luogo di attracco per dirigerci verso l’isola più grande e con il maggior fascino naturalistico dell’intero arcipelago,  l’isola di San Domino. Essa, essendo anche il centro turistico delle isole, è popolata da numerose strutture ricettive dove poter alloggiare; numerosi sono anche bar e ristoranti.

Quest’isola, soprannominata “l’orto del Paradiso” comprende anche l’unica spiaggia con sabbia che potrete trovare e offre al viaggiatore diverse esperienze da poter vivere.

Essa offre uno tra i più belli abitati mediterranei, con un bosco bellissimo ricco di vegetazione mista, composta da capperi, rosmarino, aleccia e pini d’Aleppo; inoltre, grazie proprio a questa meravigliosa vegetazione è possibile effettuare un meraviglioso percorso di trekking nell’incantevole paesaggio naturale.

Oltre al trekking, grazie al suo limpidissimo mare, l’isola di San Domino offre anche la possibilità di effettuare incantevoli immersioni sottomarine (diving) alla scoperta delle numerosissime specie di vita acquatiche; immergendovi potrete farete incontri ravvicinati con dentici, orate, astici, aragoste, cavallucci marini e moltissime altre specie marine. Un mondo sottomarino fantastico ben visibile persino da sopra la barca.

Tornando in barca potremo terminare la visita di quest’isola ammirandone la frastagliata costa; essa, infatti è ricca di numerose grotte marine di bellezza assoluta. L’incredibile contrasto di luci all’interno di queste grotte conferisce all’acqua un colore azzurro, quasi fluorescente e una limpidezza che permette di vedere anche al buio della grotta i piccoli abitanti del mare, uno spettacolo unico che vi lascerà senza parole.

Le restanti quattro isole o isolette, Capraia, che è la seconda come dimensione, Cretaccio, Pianosa e La Vecchia sono completamente disabitate, per questa ragione offrono ai viaggiatori un’impressionante biodiversità contornata da una magia unica ed emozionante.

Naturalmente anche intorno a queste isole è possibile visitare il panorama marino; questa però è un’avventura che consigliamo ai viaggiatori con maggiore esperienza in quanto le acque sono infestate da forti correnti; anche il trekking alla scoperta di una natura selvaggia ed incontaminata, è un’altra attività che potrete ancora svolgere qui, non su tutte le isolette ma sulla gran parte.

Con i suoi scogli unici, con i suoi itinerari fantastici, con le sue grotte, le sue calette, i suoi meravigliosi tramonti, la sua natura selvaggia, con il bosco che sembra voler assaporare l’acqua del mare le Isole Tremiti sono il posto ideale dove vivere una emozionante esperienza.

Vi abbiamo raccontato di un vero e proprio Paradiso in miniatura circondato dal mare, un microcosmo diverso da tutto quello che si può immaginare, un’esperienza assolutamente da vivere.

Adesso però è ora di tornare in barca e ripartire alla volta di altre meravigliose mete del Gargano e perché no, scoprire proprio le meraviglie della città da dove siete partiti.

Buona esperienza a tutti..!


P.s.: Se ti è piaciuto il mio articolo ed hai apprezzato il mio impegno metti mi piace e condividilo sui tuoi social attraverso gli appositi bottoni. Inoltre se sei interessato a questo tipo di esperienza Contattami, sarò lieto di aiutarti e consigliarti al fine di garantirti un’esperienza fantastica. Cosa aspetti, io sono quì per te GRATIS, e se ti stai chiedendo perchè GRATIS, sappi che io AMO la mia terra e voglio che chiunque la visiti rimanga più che soddisfatto, quindi spirito, passione e tanto tanto amore ecco la mia ricetta…!!


Info autore Visualizza tutti i post Website autore

Esperienze sul Gargano

Maggiori info sull'autore
Quì

Leave a Reply